28 febbraio 2013

MORGAN La sacra ruota n°1 di A.Capone, L.Ortolani, A. Nespolino

MORGAN LA SACRA RUOTA n°1

Lotta per la Libertà
di Ade Capone, Leo Ortolani, Alessandro Nespolino
Novembre 1998 Star Comics

Quattro albi più un numero zero compongono questa miniserie di Capone e Ortolani; ovviamente, il numero 0 non lo possiedo e quindi si comincia con il n°1, che poi sarebbe l'argomento di oggi.

Ambientato in Australia, Morgan racconta della lotta di un gruppo di teen agers contro una tremenda e spietata dittatura aliena. E tutto sembra andare nel peggiore dei modi finché il protagonista non viene in contatto con una specie di liquido teco-magico e gli sciamani boscimani non cominciano a mettere le mani nel continuum universale e così le dimensioni fanno un po' di casino eccosìvia...

Un po' di tempo fa, su Conversazioni sul Fumetto, il Queirolo lamentava la mancanza di un'adeguata cultura critica sul fumetto italiano e attaccava il proliferare di Blog che, come questo (sigh!), in fondo non sono altro che una futile vetrina al massimo arricchita di commenti personali. Di ragione, il Queirolo ne ha da vendere.

Ed in effetti ora mi trovo in serio imbarazzo nel trattar di questa miniserie che tecnicamente è ineccepibile, persino la sua lettura è gradevole, ma nel complesso la sento mal riuscita. Il problema che mi trovo di fronte è che non so dirti il perché. La mancanza di strumenti critici, culturali, mi impedisce di vedere quali sono i punti in cui la narrazione falla; forse è la caratterizzazione di personaggi, troppo leggera, o forse sono alcuni punti della sceneggiatura mal risolti.

Resta il fatto che la lettura, seppur scorrevole e chiara, lascia un vuoto, manca di empatia e coinvolgimento, ma non chiedetemi perché...non oggi. Morgan la sacra ruota

25 febbraio 2013

I RACCONTI STRANI DI MAX BUNKER 2


I RACCONTI STRANI DI MAX BUNKER 2

Max Bunker Press settembre 2002

Carini questi due albi della collana Spin-Off, nonostante la numerazione nei crediti siano sbagliate e si richiami ad un numero tre che credo non sia mai uscito (ne sono quasi certo).
Sono racconti a volte veramente surreali con tinte horror e persino psichedeliche, grazie agli inchiostri di Chies, in perfetto stile anni '70.

I racconti di Bunker-Secchi prendono forma per mano di Paolo Piffarerio, Gianpaoloo Chies, Frank Verola. Marco Nizzoli.

Al suo interno ci trovate:
La Predizione di Max Bunker e Giancarlo Chies
Plock di Max Bunker e Giancarlo Chies
Il Mostro di Max Bunker e Marco Nizzoli
La Conquista della luna di Max Bunker e Paolo Piffarerio
Leit-motiv di Max Bunker e Paolo Piffarerio
Un giorno della vita di David Holler di Max Bunker e Paolo Piffarerio
Il processo di Max Bunker e Giancarlo Chies
Poi improvvisamente di Max Bunker e Gianpaolo Chies
Revisione di un fatto spiacevole di Max Bunker e Frank Verola
Landrù di Max Bunker e Paolo Piffarerio

24 febbraio 2013

I RACCONTI STRANI DI MAX BUNKER 1

I RACCONTI STRANI DI MAX BUNKER 1

Max Bunker Press agosto 2002

Oggi ci concentriamo un'attimo di Luciano Secchi, ovvero Max Bunker, la persona che ha creato, insieme a Magnus-Raviola, personaggi come Kriminal, Satanik, Jezebel, Alan Ford...e poi vi dico solo quelli che conosco bene.

Autore ed editore di se stesso, Luciano Secchi è anche romanziere con il personaggio di Riccardo Finzi: finito anche nei cinema con l'interpretazione di Renato Pozzetto.

Luciano Secchi ha anche il merito di aver importato in Italia la produzione Marvel a partire dalla fine degli anni '60 tramite l'Editoriale Corno. Dopo tutte queste esperienze, dopo aver chiuso l'esperienza Corno, ritorna alla ribalta con la Max Bunker Press, con la quale prosegue nella produzione delle sue opere.

Sulla Collana Spin-Off, a cui appartiene questo albo, non so dirti molto; sulle storie raccolte in questo albo invece so che sono opere apparse nel corso del trentennio '70-'90 sulle pagine della rivista Eureka, il magazine di fumetti della Corno. Il sito della MBP

L'Albo Contiene

La notte del 13 Marzo di Max Bunker e Paolo Piffarerio
Il lento incedere del tempo di Max Bunker e Paolo Piffarerio
Final Creek di Max Bunker e Paolo Piffarerio
Population Checker di Max Bunker e Marco Nizzoli
Il Regalino di Max Bunker e Marco Nizzoli
Nemesi di Max Bunker e Marco Nizzoli
Malia di Max Bunker e Franco Verola
Un giorno da Alwood di Max Bunker e Franco Verola
Edipo Re di Max Bunker e Franco Verola
La Catena di Max Bunker e Franco Verola

22 febbraio 2013

I Classici Americani della Fantascienza Horror n°7


I Classici Americani della Fantascienza Horror n°7

Luglio 1991 Edizioni BSD

Ecco l'ultimo numero di questa collana della BSD, era prevista anche l'uscita di un numero 8, ma nelle edicole non si è più visto niente, sparita anche questa misteriosa casa editrice.
Una cosa che forse non ti ho detto, anche se dovresti averlo capito, è che le opere contenute in queste pagine, risalgono tutti ai primissimi anni '50 del XX secolo, per la precisione, dal 1950 al 1953. Una vera chicca! Anche perché puoi valutare come alcuni autori avessero un gusto molto moderno del disegno, ma come, in fatto di design, il gusto sia quello di quegli anni, con astronavi rivettate e alieni polipoidi. Vedi
In questo numero ci trovi:

I ricercatori di Wallace Wood
Camminava con noi di Wallace Wood
Strategia di Sid Check
I Conquistatori della Luna di Wallace Wood
L'ultimo uomo di Jack Kamen
Le fanciulle piansero di Wallace Wood
L'androide di Wallace Wood



21 febbraio 2013

José Muñoz

E' nato a Buenos Aires nel 1942 e dopo aver studiato con Alberto Breccia e Hugo Pratt, diventa assistente di Francisco Solano Lopez.
Nel 1974 conosce in Spagna Carlos Sampayo, anche lui di Buenos Aires ed esule. Dalla lunga amicizia dei due nasce nel 1975 Alack Sinner, il loro personaggio più famoso. La coppia ha realizzato insieme anche: Nel Bar, Sudor Sudaca, Nicaragua e Billie Holliday. Il sito ufficiale di Muñoz

20 febbraio 2013

I Classici Americani della Fantascienza Horror n°6


I Classici Americani della Fantascienza Horror n°5

Giugno 1991 Edizioni BSD

Se ti piacciono i film di science-fiction americani degli anni '50, roba tipo Ultimatum alla Terra, Quando i mondi si scontrano, L'invasione degli Ultracorpi, Tarantula, La Terra contro i dischi volanti etc. etc. ti consiglio di procurarti immediatamente i fumetti della EC COMICS.

Le sceneggiature, i temi, un certo umorismo, rispettano perfettamente lo standard di quei film, con una sola differenza qualitativa, se quelli erano b-movie di registi esordienti e recitati da attori non sempre all'altezza del compito, questi fumetti sono realizzati da fior di disegnatori che danno il meglio di se stessi, con stile e alte capacità; le storie, i soggetti e le sceneggiature, portano con se quella innocenza fantastica che prende per buone tutte le fantasie scientifiche possibili, che gioca con l'immaginifico con una buona dose di paradosso e gusto dell'humor, anche nero.

Questa edizione in italiano di Weird Science da parte della BSD Edizioni, non è che sia un gran cosa e creo anche che non sia così facile da trovare, ci viene incontro la 001 Edizioni che recentemente ha ripubblicato in italiano buona parte, se non tutto, il catalogo storico della EC Comics. Da quello che ho visto in rete si tratta di una buona edizione. Weird science: 1

In questo numero ci trovi:

Il verme si rivolta di Joe Orlando
Semplicemente umano di Jack Kamen
Masticati di Joe Orlando
Lo schiavo del male di Jack Olensen
Gli Alieni di Wallace Wood
Riduzione dei costi di Jack Kamen
Perchè papà è andato via? di Joe Orlando

19 febbraio 2013

I Classici Americani della Fantascienza Horror n°5

I Classici Americani della Fantascienza Horror n°5

Maggio 1991 Edizioni BSD

Edizione italiana della rivista americana Weird Science, rivista cult del fumetto anni '50, sopratutto per il fatto che stiamo parlando di fumetti pubblicati precedentemente al codice di autocensura "imposto" agli editori di fumetti, che per molti anni ci hanno reglato fumetti edulcorati e privi di ciuccio.

Recentemente, la 001 ha ripubblicato in maniera più filologica tutti i numeri di Weird Science, rispettando la grafica originale di copertina e molto altro. Vedi Qui

L'irreparabile di Jack Kamen
Il pezzo mancante di Jack Kamen
La nube grigia della morte di Wallace Wood
Gli invasori di Wallace Wood
Il mostro della quarta dimensione di Albert Feldstein
Trasformazione completa di Wallace Wood
Il mostro marziano di Jack Kamen

I Classici Americani della Fantascienza Horror n°4

I Classici Americani della Fantascienza Horror n°4

Aprile 1991 Edizioni BSD

Raccolta italiana della più famosa Weird Sience, rivista della EC Comics degli anni '50 che insieme altre dello stesso editore hanno segnato un momento importante nella storia del fumetto americano, almeno finché è durata. La manna per la EC Comics finì quando negli States venne creata una commissione editoriale che di fatto censurava i fumetti; questo favorì tutte le produzioni più edulcorate, e minò alle radici la poetica splatter e imaginifica della EC Comics. I fumetti di Weird Science hanno ispirato una serie televisiva e anche un discreto film con una esplosiva Kelly LeBrooke. Vedi

Questo Albo contiene:

Ritorno di Wallace Wood
Uomo e Superuomo di Harvey Kurtzman
Dividi e conquista di Jack Kamen
La Fuga di Roussos
Semi di Giove di Albert Feldstein
Il Planetoide di Joe Orlando

18 febbraio 2013

Andrea Pazienza

Nato a San Benedetto del Tronto il 23 maggio del 1956, crescea San Severo. In seguito vive a Pescara e Bologna dove frequenta il DAMS. Nel 1977 inizia la sua carriera alla grande, pubblicando sulle pagine di Alter Alter, diretto da Oreste del Buono, Le Straordinarie avventure di Penthotal. Di seguito, partecipa attivamente alla vita di riviste quali: Il Cannibale, il Male e Frigidaire e collabora con altri quotidiani e riviste, mentre la sua produzione fumettistica continua, sino al giugno del 1988 quando muore a Montepulciano. Official Site

CONAN - La Spada di Skelos

CONAN La Spada di Skelos

Conan La Spada Selvaggia 65
Aprile 1992 Editrice Comic Art

Nei primi anni '90. la Comic Art mette le mani su Conan il Barbaro della Marvel e inizia a pubblicarlo regolarmente. Non so dirvi il successo dell'iniziativa e se poi è andata tutta a buon fine, Comic Art non aveva una gran buona distribuzione nelle edicole, ed io all'epoca nemmeno ne ero venuto a conoscenza. Più tardi, per sbaglio mi imbattei in questo numero speciale che contiene:

All'Altare di Pan di Jim Owsley e Gary Kwapisz
La Spada di Skelos di Roy Thomas, John Buscema, Tony De Zuniga
La Cittadella al Centro del Tempo di Roy Thomas, John Buscema e Alfredo Alcala. Leggi il Libro

15 febbraio 2013

CONAN - I Classici del Fumetto di Repubblica

CONAN

I Classici del fumetto di Repubblica n°58
Gruppo Editoriale l'Espresso 2004


Un giudizio positivo posso darlo anche a questo volume dedicato a Conan, riccamente introdotto da Luca Raffaelli che racconta vita, morte e miracoli del personaggio.

Conan in italia, come tutti gli eroi classici della Marvel, ce l'ha portato l'editoriale Corno di Luciano Secchi, in seguito ha subito molte ristampe da editrici diverse, alcune delle quali ripescano anche delle inedite.

Il Conan della Panini

Conan è una delle icone della letteratura americana, prima ancora d'essere un fumetto, nasce sulle pagine della rivista Weird Tales per mano di Robert E. Howard e subito diventa cult.

Questo volume raccoglie:
Ali diaboliche su Shadizar di Toy Thomas e Barry Windsor Smith
Conan e la Creatura dei Boschi di Roland Green e Claudio Castellini
La Torre dell'elefante di Roy Thomas, John Buscema e Alfredo Alcala
Nascerà una strega di Roy Thomas, John Buscema
La Cittadella misteriosa  di Roy Thomas, John Buscema

13 febbraio 2013

RAT-MAN 299 di Leo Ortolani

RAT-MAN 299

di Leo Ortolani
Rat-Man Collection 62
Panini Comics Settembre 2007

Il primo credo sia stato Erodoto che, da buon storico propagandista, trasformò in martiri eterni i 300 spartani che, guidati da Leonida, si fecero massacrare alle Termopili; venne poi Frank Miller che tirò fuori la vicenda dai libri di storia e la trasformò in mito pop nel 1998; ci pensa Zack Snyder a farci un film, dal fumetto. Cioè prende il fumetto e lo prende come storyboard: bravi gli attori, buono l'adattamento e complimenti per l'editing. Ed ecco che Leo Ortolani non ci resiste e ci fa una parodia, utilizzando Rat-Man, il personaggio che l'ha reso famoso, come veicolo del suo dissacrante umorismo. Non avevo mai letto Rat-Man, sebbene molti me lo avessero caldamente consigliato, che ci volete fare? Nella vita delle scelta bisogna farle.


Posso però dire che questa parodia di 300 è gustosa e divertente al punto giusto, sciocca, ironica e dissacrante, talvolta anche intelligente (cioè ci prova) ma siguramente puntuta e sagace. Il disegno di Ortolani è preciso, sintetico con una bilanciatura dei neri che rende le tavole leggibilissime e gustossime. E' un fumetto che si beve come una cedrata in un pomeriggio d'agosto, ristorandosi l'anima in egual misura.


Andrea Baricordi

Nato a Portomaggiore nel 1968, Andrea Baricordi ideatore e promotore del progetto Lupin Italia è soggettista e scenggiatore di Lupin III Il violino degli Holmes uscito per Kappa Edizioni. Dal 1989 opera nel mondo dei manga facendoli conoscere al pubblico italiano grazie al lavoro del gruppo dei Kappa Boys ( cioè in compagnia di Massimiliano De Giovanni, Andrea Pietroni e Barbara Rossi): con i quali ha hanche scritto Lupin III Alis Plaudo disegnato da Monkey Punch in persona.
Ha lavorato per Granata Press e Star Comics sempre seguendo il filo di Anime e Manga. E' uno dei fondatori della rivista Mondo Naif. Lo Store di Kappa

12 febbraio 2013

LUPIN III Il violino degli Holmes di Andrea Baricordi e GianMaria Liani

LUPIN III Il violino degli Holmes

di Andrea Baricordi e GianMaria Liani
novembre 1999 - Kappa Edizioni

Con la benedizione di Kazuhiko "Monkey Punch" Kato, la coppia Baricordi e Liani danno la loro versione di Lupin con una bel lungometraggio a fumetti che rende onore al personaggio ma anche ai suoi attori, dato che la coppia Baricordi e Liani fanno proprio un bel lavoretto. C'è il rispetto filologico dei persoanggi, c'è una vicenda ricca di colpi di scena e misteri, c'è l'inchiostro di GianMaria Liani cre crea dei chiaroscuri perfetti, delle tavole equilibrate ed una pulizia formale che rende la lettura rapida e piacevole. Proprio un bel lavoro. Una Scheda


11 febbraio 2013

PREMIATA MACELLERIA AFGHANISTAN di Vauro

PREMIATA MACELLERIA AFGHANISTAN

di Vauro
Zelig Editore 2002

Il Vauro Senesi, che è uno che non la manda a dire, si era fatto un viaggio in Afghanistan a toccar con mano il lavoro di Emergency, l'associazione umanitaria che cura i malati di Guerra: la peggior pandemia del pianeta.

Ne esce questo libro, semplice, crudo e crudele come solo Vauro sa esserlo. Un pugno nello stomaco che ti costringe a riflettere seriamente sulla guerra e sulle missioni di pace e sull'utilità di tutto questo.

E' un libro che uso per riflettere, più che per divertirmi, un libro che ha messo in crisi certe mie convinzioni e che mi è stato utile per cominciare a pensare un mondo diverso.


La strada è ancora lunga e sinceramente non ne vedo la fine, ma ringrazio Vauro per avermi fatto iniziare questo viaggio nel 2002, un viaggio che ancor oggi continuo, convinto oramai che la guerra, ogni tipo di guerra, sia il semplice passare dal facile al difficile attraverso l'inutile, producendo il dannoso. Una recensione




Hugo Pratt

Hugo Pratt nasce nel 1955 ed è uno dei maestri del fumetto moderno. Nel corso della sua vita ha viaggiato moltissimo, pur restando sempre legato a Venezia, sua città di adozione. L'amore per l'avventura ed i classci della letteratura lo ha portato a creare personaggi destinati a segnare la storia del fumetto mondiale. Ricordo Corto Maltese il marinaio, che dal 1967 ha accompagnato per tutta la vita l'autore, incarnandone lo spirito e rivelandone la sua passione per il racconto. Hugo Pratt ci lascia nel 1995. Il sito ufficiale

10 febbraio 2013

ALACK SINNER di José Muñoz e Carlos Sampayo - I Classici del fumetto di Repubblica

ALACK SINNER

di José Muñoz e Carlos Sampayo
 I Classici del fumetto di Repubblica n°56
2004 Gruppo Editoriale L'Espresso

Questi due, il Muñoz e il Sampayo, li conobbi che si era ancora negli anni '80 sulle pagine di Alter Alter, la mitica rivista di fumetti della Rizzoli, quella che diede lustro a Moebius e Pazienza.


Alack Sinner è un detective privato, vive a New York, meglio, vive nei bar di New York, fra birre e sigarette. Alack Sinner è figlio dei polizieschi di Hammett e Chandler, ma ha uno spirito critico e combattivo decisamente sudamericano, come i due autori.

Per questo volume vale lo stesso discorso del volume sul Paz, è una piccola bibbia che disegna il personaggio nelle sue fasi storiche principali, nella sua evoluzione. Alak Sinner non è un personaggio facile, le sue storie corrono svelte e leggere, talvolta quasi ovvie, ma in realtà dentro di esse si nascondono altre storie e dietro ogni frase, i due autori riescono a mettere mille sfumature e profumi; dopo un po' che si è cominicato a leggerlo, diventa quasi impossibile pensare che Sinner sia solo un fumetto e non una persona reale che si è conosciuto, sai di quelle persone che sembrano impegnarsi al massimo nel combinare casini? Una recensione


9 febbraio 2013

L'ARTE DI ANDREA PAZIENZA - I Classici del fumetto di Repubblica n°48


L'ARTE DI ANDREA PAZIENZA

I Classici del fumetto di Repubblica n°48

Gruppo Editoriale L'Espresso 2004

Come opera filologica credo sia la migliore mai pubblicata su Andrea Pazienza, per lo meno è la migliore che io abbia mai letto, una splendida e ricca introduzione di Luca Raffaelli la completa divinamente arricchendola di storie e di contenuti. Peccato che il formato tascabile scarifichi le tavole del Paz, ma se, per caso eh... è per te un'autore sconosciuto e vuoi renderti conto di che cosa sia l'Andrea Pazienza, questo volume potrebbe aprirti un universo imaginifico già dalle prime pagine. Un ricordo del PAZ

Si parte con
Le Straordinarie Avventure di Pentothal; poi si passa a Zanardi con La Proprietà transitiva dell'uguaglianza, Pacco e Verde Matematico; per concludere con lo spassosissimo e mai dimenticato Pertini.

223 pagine per riassumere il passaggio del Paz sul pianeta terra e ringraziarlo della bellezza che ci ha lasciato.

TEX di Gianluigi Bonelli e Aurelio Galeppini - I Classici del Fumetto di Repubblica

TEX

di Gianluigi Bonelli e Aurelio Galeppini
I Classici del fumetto di Repubblica n°2 - 2003

Se nel primo volume di questa collana si era scelto di presentare il personaggio più noto a livello mondiale, ecco che Tex è indubbiamente il più amato dagli italiani, cosa che io non ho mai ben capito, ma solo perchè il ranger ed i suoi amici non mi hanno mai entusiasmato molto.

Ma i gusti sono gusti ed i meriti sono meriti, e Tex credo sia l'unico personaggio italiano che dal dopoguerra ad oggi resiste all'usura dei tempi e si evolve col mutar delle ere; talvola fa piacere che ci sono dei punti fissi nell'universo. 

Il formato di questa iniziativa editoriale non è forse il più azzeccato, ma la stampa è buona ed ogni volume è arricchito da una densa ed esaustiva introduzione che racconta la storia del personaggio e dell'autore, magari anche contestualizzando storicamente le opere.

In questo volume troviamo A Sud di Nogales, del 1977, dove Tex è impegnato nella caccia ad una gang di trafficanti d'armi; segue Fiesta di Morte dove, grazie una visione, viene sventata una strage di indiani. Entrambe le storie sono di Gianluigi Bonelli con disegni di Giovanni Ticci

8 febbraio 2013

CORTO MALTESE di Hugo Pratt - I Classici del fumetto di Repubblica

CORTO MALTESE

di Hugo Pratt
I Classici del fumetto di Repubblica n°1
2003 Gruppo Editoriale L'Espresso 

La Collana I Classici del Fumetto di Repubblica si compone di una serie di volumi  che venivano venduti allegati al famoso quotidiano nazionale. Alcuni li ho acquistati, altri me li sono trovati fra le mani quasi per caso, ovviamente non ho la collana completa perché solo alcuni titoli trovavano il mio interesse.

Questo Corto Maltese di Hugo Pratt è il primo volume della serie, curata dalla Panini Comics, e direi che è stato proprio un buon inizio, questo perché credo che il Corto sia un personaggio veramente intergenerazionale, ma sopratutto lo ritengo l'anello di congiunzione tra il fumetto seriale e quello d'autore.


Pratt era ben consapevole delle sue doti, ma il suo gusto della misura ci ha sempre regalato delle opere leggere e ben concepite dove l'avventura era l'avventura e il divertimento nella lettura era alla base di tutto; questo, unito alla sua unica ed ineccepibile sintesi grafica, hanno creato un mito del fumetto internazionale ed un modello a cui ispirarsi per capire cosa significa il racconto per immagini, la graphic novel.
Vuoi Saperne Molto di Più?

Questo volume raccoglie due avventure del vagabondo marinaio:
La Ballata del Mare Salato
Favola di Venezia




FRANKESTEIN - Superfumetti in film

FRANKESTEIN

Superfumetti in film n°17 Aprile 1980, Editoriale Corno

Una cosa che ho sempre trovato sorprendente è come i geniacci della Marvel riescano a trasformare qualsiasi personaggio in un supereroe senza fargli perdere credibilità.

Più o meno è quello che accade con il libero adattamento del personaggio della Shelley che nel 1973 cominciò ad apparire nelle edicole americane. Noi ce lo ritroviamo in tutta la sua bellezza nel numero 17 di Super Fumetti in Film nel quale il Luciano Secchi ha raccolto un bel gruzzolo di storielle dedicate al resuscitato elettrico.Leggilo 

Il volume contiene:

La maledizione della vita di Gary Friedrich e Mike PloogLa sposa di frankestein di Gary Friedrich e Mike PloogTerribile vendetta vita di Gary Friedrich e Mike PloogMorte del mostro di Gary Friedrich, Mike Ploog e John VerpoortenIl mostro cammina tra noi di Gary Friedrich, Mike Ploog e John VerpoortenAlla ricerca dell'ultimo Frankenstein di Gary Friedrich, Mike Ploog e John VerpoortenLa furia di un demone di Gary Friedrich, Mike Ploog e John VerpoortenIl mio nome è Dracula di Gary Friedrich, Mike Ploog e John Verpoorten



6 febbraio 2013

L' INCREDIBILE HULK - Superfumetti in film

L'INCREDIBILE HULK

Super Fumetti in Film n°15
Settembre 1979 - Editoriale Corno

Non poteva mancare il gigante verde cerebroleso nella serie Superfumetti in Film dell'Editoriale Corno. Siamo sul finire degli anni '70 e sono già nate le prime televisioni private che importano tonnellate di merda televisiva da oltreoceano, merda che solo il giudizio dei posteri fa diventare un fenomeno cult.

Questo era l'Hulk televisivo interpretato da Bill Bixby e Lou Ferrigno era di una palla mortale; sono sincero, le prime puntate mi avevano preso, le prime cinque o sei, poi era di un ripetitivo così scontato da essere soporifero.

Non ho mai capito se Hulk abbia rivestito nell'universo Marvel un ruolo di primo piano, perché, bisogna ammettere, un personaggio di questa schiatta non è facile da gestire per un autore; comunque sia, suo babbo Stan Lee gli ha sempre voluto bene e lo ha sempre lasciato in buone mani, che rappresentassero bene e gli facessero fare bella figura. Vuoi saperne di più?

In questo volume ci trovi:

La nascita di Hulk di Stan Lee e Jack Kirby
Esiliato nello spazio di Stan Lee e Jack Kirby
Alle origini di Hulk di Stan Lee e Jack Kirby
Esiliato nello spazio di Stan Lee e Jack Kirby
Il mostro e la macchina di Stan Lee e Jack Kirby
Il missile e il mostro di Stan Lee, John Buscema, John Tartaglione
La nascita di Hulk-killer di Stan Lee, John Buscema, Mick Demeo
L'umanoide e l'eroe di Stan Lee, John Buscema, Mick Demeo
Boomerang e il mostro di Stan Lee e Gil Kane
Poi verrà uno straniero di Stan Lee e Gil Kane
L'Abominio di Stan Lee e Gil Kane
Chi mai fa del male a Hulk...! di Stan Lee e Gil Kane
Colui che colpisce Silfer Surfer di Stan Lee e Marie Severin
Alle Stelle di Stan Lee, Marie Severin e Herb Trimpe
Un uomo che non avrebbe mai creato di Stan Lee, Marie Severin e Herb Trimpe
Cosa ho creato? di Stan Lee, Marie Severin e Herb Trimpe



3 febbraio 2013

I Classici Americani della Fantascienza Horror n°3

I Classici Americani della Fantascienza Horror n°3

Maggio 1991 . B.S.D. Edizioni

Edizione italiana della mitica Weird Tales, la rivista statunitense dei primi anni '50 che portò la fantascienza nel fumetto. E' la fantascienza che potete vedere in film tipo Tarantula o La Terra contro i Dischi Volanti o il più famoso Ultimatum Alla Terra

Negli Usa, Weid Tales era pubblicato dalla EC Comics, una casa editrice che da Educational Comics, diventò nel dopoguerra Entertaining Comics, con una storia interessante che inizia nel 1933 nel Connecticut, mentre in Europa i totalitarismi cominciavano a cambiare l'assetto del mondo.

Tutto gira intorno a Maxwell Charles Gaines, classe 1896, che porta alla Eastern Color Printing Co. un contratto per la fornitura di 10.000 copie di una pubblicazione a fumetti commissionata dalla Procter & Gamble. Si tratta di albi che ripubblicano a colori le strisce domenicali più in voga e pubblicate nei quotidiani domenicali, albi che non vengono venduti, ma offerti come premio fedeltà tramite una raccolta a punti.

L'iniziativa ha successo ed si ampia, finchè un venerdi sera Gaines, prova a lasciare un centinaio di copie di questi albi nelle edicole e drugstore intorno a casa sua, al prezzo di 10 centesimi: il lunedi seguente, tutte le copie sono andate vendute.

Gaines cercò quindi di coinvolgere nell'idea la American News Company che all'epoca deteneva  il monopolio della distribuzione periodica, ma un'indagine di mercato la bocciò per il fatto che la qualità della stampa era bassa e che non convinceva il fatto che fossero storie già pubblicate.

Nel 1935 nel frattempo era nata la DC COMICS che nel 1939 pubblica Superman dando il via alla Golden Age del fumetto americano, Gaines aveva la sua quota d'azioni, ma l'ambiente gli stava stretto.

Maxwell Gaines capì innanzitutto le potenzialità linguistiche e comunicative offerte dal fumetto, pensò di diversificare la sua offerta creando la Educational Comics e mettendo in vignetta temi  storici e religiosi come Bibbia, temi scientifici, Storia Americana ecc... la EC Comics si prese la sua fetta di mercato e tutto andò bene fino al 1947, anno in cui Gaines morì in un incidente.

Alla guida dell'editrice gli successe il figlio William che, fatti un po' di analisi, si rese conto che il clima stava cambiando e che le giovani generazioni del dopoguerra cercavano sapori diversi dalla precedente; la Educational Comics, cambia denominazione sociale e diventa Entertainments Comics e comincia a pubblicare albi a fumetti non umoristici, anzi, dove i villains erano guardati con una certa indulgenza anche se il finale era comunque moraleggiante.

Il pezzo forte lo facevano i comics.book horror come Crypt of Terror, per esempio, ma anche Weird Tales con le sue novelle di fantascienza: alieni invasori, paradossi temporali, scienziati geniali ma ingenui ecc... la scuola della EC Comics cominciò fare tendenza e in quei primi anni '50 trovò parecchi imitatori, ma la cosa non durò a lungo.

Hai fumetti deviati vennero attribuite tutte le cause del disagio sociale e giovanile, si montò un movimento d'opinione che finì con una specie di caccia alle streghe che colpì duramente l'industria del fumetto. Ma siccome non era un'industria da poco, la faccenda si concluse con una sorta di compromesso con l'istituzione di una commissione di autoregolamentazione degli editori.

Questa commissione, falcidiò e censurò abbondantemente le novelle della EC Comics, svuotandole della loro forza. Max Gaines non poteva sopravvivere con tutti quei limiti, abbandonò il fumetto per ragazzi e giocando un po' d'astuzia per aggirare i codici di censura, creò Mad, la più famosa rivista satirica del pianeta.
Un Approfondimento...

Quest'albo contiene:

L'Ultima battaglia sulla Terra di Harvey Kurtzman
Ho creato un...Gargantua di Jack Kamen
Una trasmissione radio di fantascienza causa il...panico! di Albert Feldstein.
Creata nel futuro di Albert Feldstein.
Ucciso nel tempo di Jack Kamen
...Gregory aveva un Ford modello T di William Elder
L'Affondamento del Titanic di Wally Wood



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...